2015, L’allena … mente dopo la didattica: dal campo alla preparazione mentale.

2015, L’allena … mente dopo la didattica: dal campo alla preparazione mentale.

Ti è mai venuta voglia di arricchire il o riflettere sulle tue performance? Hai mai detto se avessi fatto una riflessione del senno di prima piuttosto che del senno di poi? Come puoi allenarti senza stancare il tuo fisico e quello del tuo cavallo? Hai mai pensato a  prevenire situazioni piuttosto che a farti cogliere impreparato?

 

Una volta che hai imparato a fare qualcosa, hai mai pensato a come puoi fare per esercitarti a rifarla nei momenti più svariati della giornata o quando non puoi materialmente esercitarti?

 

Quando si ha avuto la consapevolezza dell’esistenza dell’allenamento mentale?

Tempo fa, non si aveva la consapevolezza che potesse esistere una sorta di allenamento mentale. Il primo a scoprirlo fu un militare americano che venne fatto prigioniero di guerra nel Vietnam. Durante quella prigionia infinita, in cui tutti i giorni sembravano uguali, lui passava il tempo a rivivere le partite di golf già giocate. Praticamente era come se entrasse in trance e gli sembrava proprio di rivivere veramente quelle partite. Ritornato in patria, appena ristabilitosi, tornò a giocare a golf nei posti già conosciuti e che aveva sognato. Il fatto che avesse rivissuto quelle esperienze, avesse mimato con la mente i colpi, avesse messo in pratica le strategie che si era prefissato mentre stava ai campi di prigionia, dava l’impressione ai sui compagni di partita che, a parte un po’ di ruggine dovuta all’effettiva carenza di esercizio fisico, era come se avesse sempre giocato! Quel giorno si prese consapevolezza che la mente potesse avere un ruolo più importante negli allenamenti.

 

L’allenamento mentale è il modo di creare una forte collaborazione tra la mente e il corpo,

Integrando la didattica (fatta con istruttori, allenatori, ecc.) con esercitazioni mentali.

A me hanno insegnato che il Mental Coach è il braccio destro dell’Istruttore.

 

Definizione: L’allenamento mentale è tutto quello che puoi creare con la mente per realizzare quello che ti sei prefissato di fare. L’istruttore ti da l’istruzione di quello che devi fare (per es. vai piano, vai veloce, dai gambe, mezza fermata, tieni il cavallo con impulso, infinite istruzioni), l’allenamento mentale è tutto quello che ti passa per la mente per eseguire ciò che l’istruttore ti ha insegnato a fare, ti sta consigliando di fare, ecc.

Volendo, si potrebbe arrivare a dire che la didattica è quello che si fa in campo,  l’allenamento mentale è quella parte creativa che si può fare ovunque, anche a casa, comodamente sotto le coperte e, persino, mentre dormi! A mio parere, una volta imparato l’allenamento mentale, esso è un momento di crescita individuale e riservato.

 

Probabilmente non tutti riescono a rivivere il proprio allenamento e le proprie gare. Probabilmente non tutti lo sanno fare e bene, non tutti hanno la consapevolezza di poterlo fare e di poterci riuscire. Probabilmente non tutti conoscono l’utilità ed i vantaggi di farlo.

Certo è che episodi del genere tipo il militare giocatore di golf, ormai, se ne raccontano a centinaia, tutti diversi ma che hanno in comune una realizzazione di una scena costruita con la mente, non a torto qualcuno dice “hanno in comune la realizzazione di un sogno!” Scusate, ma i sogni non sono rappresentazioni mentali?

Domanda: Hai mai programmato un momento di una giornata particolare in ogni singolo dettaglio? Programmare ciò che deve avvenire è qualcosa di molto simile ad un allenamento mentale.

L’allenamento mentale è una programmazione di ciò che devi fare per realizzare quello che ti sei prefissato di fare, fatta di dialogo interiore (quando arrivo qui faccio questo, ecc), previsione di quello che accadrà (anche con immagini mentali), o potrebbe accadere, gestione degli stati d’animo se necessario, rinforzo della concentrazione e quant’altro occorre. L’allenamento mentale riguarda tantissimi aspetti che non si possono riassumere con poche parole.

 

La prima allenatrice mentale nell’equitazione? Jane Savoie, americana, allenò la sua mente e quella dei suoi colleghi arrivando, insieme a loro, a migliorare notevolmente i loro risultati, persino alle Olimpiadi di Dressage.

Da lei in poi, in tanti hanno associato l’allenamento mentale alla pratica dell’equitazione e da qui nella vita!

Jane riusciva a programmare con la mente tutto quello che poteva succedere in gara. Aveva sviluppato anche una scaletta di cose da fare in sequenza, perché l’allenamento mentale fosse particolarmente fruttuoso.

 

In giro non si trovano tanti libri o articoli che diano supporto di allenamento mentale agli atleti equestri (cavalieri ed amazzoni). Il mio obiettivo è riuscire a creare questi supporti specialistici degli sport equestri, lavorando e sperimentandoli su di me e facendoli verificare dai miei amici e da atleti che si rivolgono a me.

Tu cosa pensi dell’allenamento mentale?

Vuoi Condividere con i tuoi amici quello che ti è piaciuto? Grazie!

                 Subscribe in a reader

Qui puoi Inserire il tuo indirizzo email per ricevere i miei post: (Feedburner è un prodotto Google, che ho scelto appositamente)

Delivered by FeedBurner

                                                        Instagram        

                                                               Licenza Creative Commons

Salta gli Ostacoli della Mente di Roberto Bellotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Based on a work at https://www.saltagliostacolidellamente.it/